Blog Post

Quanto tempo aspettare prima di un funerale

Quando fare un funerale?

Non è facile elaborare un lutto, specialmente se colpisce molto da vicino. La perdita di una persona cara può farci stare male, ma bisogna saper espletare una serie di pratiche burocratiche che, per quanto possano sembrare ben poco adeguate al contesto, vanno comunque gestite a dovere. Bisogna infatti pensare a tutto ciò che riguarda il funerale, con la prospettiva di omaggiare un caro estinto nel modo migliore.

Cosa bisogna fare in determinate occasioni. Ma soprattutto, dopo quanti giorni va fatto il funerale? Cercheremo di rispondere a tali quesiti per evitare alcuni errori di sorta.

Quanto tempo deve passare per svolgere i funerali

Per scoprire i tempi del funerale dopo la morte, è necessario partire da un presupposto. Infatti, una data ben precisa per tutte le circostanze non esiste. Ad ogni modo, è possibile dare un insieme di indicazioni orientative per fissare una data che sia conforme alle norme riguardanti tale materia. Di conseguenza, la prima cosa da fare in determinati casi è consultare la legge.

Innanzitutto, i tempi minimi per un funerale sono pari a 24 ore dal decesso dell’estinto. Il medico che certifica la morte di una persona deve comunicare tale triste evento all’ufficiale di Stato Civile del Comune di appartenenza. Ciò deve essere obbligatoriamente fatto nel corso del primo giorno dopo il fatto avvenuto. Per sapere quanto tempo deve passare dopo la morte per il funerale, bisogna superare le 24 ore al fine di evitare che si abbia a che fare con una strana situazione di morte apparente. In determinate circostanze, può capire che un essere umano sia considerato morto, quando invece in realtà si potrebbe rivelare ancora vivo.

tempi legali per il funerale aumentano in determinati casi particolari. Per esempio, quando il defunto è passato a miglior vita in circostanze poco chiare o è morto in seguito ad eventi piuttosto violenti, bisogna seguire un’ulteriore procedura. Si parte con l’autopsia sul cadavere e si prosegue attenendosi alle disposizioni di un magistrato, che si occupa della situazione e deve dare il benestare per l’esecuzione del funerale. Nella maggior parte dei casi, un funerale dopo due giorni viene eseguito senza particolari difficoltà. In linea di massima, è preferibile chiudere la bara nel giro di un lasso di tempo molto contenuto, dato che il corpo intraprende rapidamente la sua fase di decomposizione. Funerale, sepoltura ed eventuale cremazione vanno gestiti in maniera tempestiva per evitare di restare impreparati ad un’organizzazione del genere, anche se ad una circostanza così triste non ci si sente mai preparati fino in fondo.

Esumazione della salma, quando va eseguita?

Quando termina il periodo di sepoltura in terra, decretato dal cimitero di competenza, o quando termina l’arco di tempo di concessione del relativo loculo, si può procedere all’esumazione della salmaDopo quanti anni si apre una bara per motivazioni di questo genere? Bisogna dare un’occhiata alle scadenze di determinate misure. La sepoltura in terra viene assegnata per un arco di tempo pari a 10 anni, mentre la concessione di una celletta o di un loculo resta tale per 40 anni. L’esumazione salme dopo questi determinati periodi diventa un’operazione essenziale.

Tuttavia, in determinate circostanze, i loculi possono essere rinnovati per altri 20 anni a seconda della disponibilità dei cimiteri e dei sistemi scelti per conservare il patrimonio strutturale cimiteriale. L’obiettivo dell’esumazione è quello di raccogliere le spoglie mortali all’interno di una semplice cassettina, nel quale possono essere inseriti i resti ossei dell’estinto. La famiglia può scegliere in completa autonomia dove destinare il caro estinto nella sua seconda sepoltura. Ovviamente, anche questa operazione richiede una serie di costi ben precisi che vanno sostenuti.

Morte in ospedale e morte in casa, quali sono le differenze

Quando si deve verificare il tempo necessario per l’esecuzione di un funerale, è necessario effettuare un’attenta distinzione fra la morte in ospedale e la morte in casa. Quali sono le differenze tra queste due tipologie di decessi? La procedura da attuare presenta alcune diversità sostanziali, che vengono spiegate qui di seguito.

Quando fare il funerale dopo la morte in ospedale

La procedura della morte in ospedale prevede una sequenza di passaggi da effettuare con una certa continuità. Se il decesso avviene all’interno di una corsia, la famiglia ha la possibilità di usufruire della salma dopo due ore dalla morte avvenuta. Si tratta dell’arco di tempo medio che serve per preparare la salma stessa e metterla a disposizione di chi ha intenzione di salutare il defunto per l’ultima volta. Tale procedimento si apre con l’esecuzione di un elettrocardiogramma dalla durata pari a circa 20 minuti. Una misura del genere è essenziale per accertare il decesso e verificare che non si tratti di un caso di morte apparente.

In un secondo momento, la parola passa ai familiari del caro estinto. Loro devono darsi da fare per stabilire dove aprire la camera ardente. Si può optare dopo il decesso in ospedaleper il trasporto a casa, o magari spostare semplicemente il corpo nelle camere ardenti messe a disposizione dell’agenzia funebre alla quale è stato affidato il funerale, prima che quest’ultimo possa essere effettuato. In tali occasioni, resta fisso il vincolo della cerimonia che deve essere fissata per un arco di tempo superiore alle 24 ore dopo il decesso. In questo lasso di tempo, bisogna fare in modo che sia stata inviata la comunicazione all’Inps sul decesso in ospedale.

Come già accennato in precedenza, la situazione varia ulteriormente se la persona è deceduta dopo un evento violento o in una situazione non nitida. In determinate circostanze, deve esserci dopo la morte in ospedale un’autopsia obbligatoria, disposta dal magistrato. Un esame autoptico non ha una durata ben definita. Tutto dipende dall’entità delle lesioni presenti sul corpo senza vita del defunto, o anche dalla difficoltà del caso che si sta analizzando nei minimi dettagli. In generale, un’operazione del genere dovrebbe richiedere all’incirca poco più di un giorno intero, dopodiché la salma può tornare ad essere gestita dai familiari del morto. I funerali possono essere disposti e organizzati anche subito dopo la restituzione della salma. Ovviamente, è necessario accertarsi che tutti i documenti siano in ordine e che la chiesa contattata sia disponibile in quell’orario nel quale si intende fissare il funerale.

Quando fare il funerale dopo la morte in casa

Diverso è il discorso quando si ha a che fare con un decesso in casa. La prima cosa da fare è contattare il proprio medico di base o una guardia medica, o comunque un qualsiasi ufficiale sanitario. Tale figura professionale deve provvedere alla stesura della constatazione di morte a domicilio, ed eventualmente alla constatazione di decesso dell’infermiere. Quindi, bisogna compilare l’avviso di morte e avvisare l’ufficio di Stato Civile del proprio Comune di residenza nel giro delle prime 24 ore dal decesso avvenuto. Una procedura che può sembrare poco delicata dal punto di vista puramente umano, ma che comunque va portata avanti sotto l’aspetto burocratico.

Come già ripetuto nei paragrafi precedenti, dopo la morte in casa deve passare un arco di tempo superiore alle 24 ore per poter celebrare i funerali del caro estinto. Una scelta del genere è dettata dall’esigenza di verificare la presenza di un’eventuale morte apparente, con l’esecuzione dell’elettrocardiogramma e del tanatogramma per controllare la vitalità cessata delle funzioni di base. Dopo queste operazioni di rito, il medico deve procedere alla firma del certificato di morte. Numerosi sono i criteri di accertamento di morte che vanno tenuti in considerazione in occasioni di questo tipo. Dalla definitiva perdita di coscienza alla perdita di tonicità dei tessuti, dall’attività cardiaca ormai assente ai riflessi nulli, passando per la definitiva insensibilità corporale e nervosa, la temperatura del corpo che scende in maniera irreparabile e gli sfinteri che hanno perso ogni forma di controllo.

Per la morte in casa, quando i funerali vanno eseguiti? Anche stavolta, la risposta sembra abbastanza ovvia. Devono passare le canoniche 24 ore, prima delle quali non si può portare a compimento alcuna cerimonia. Per quanto riguarda l’autopsia obbligatoria in caso di morte violenta o poco chiara, il procedimento è pressoché identico rispetto a quello relativo alla morte in ospedale.

Related Posts

certificatomorte[1]
Che cos’è il certificato di morte?

La morte è indubbiamente uno dei temi più delicati e dolorosi legati alla nostra

dispersione ceneri in mare
Come si disperdono le ceneri in mare?

La cremazione è ormai una pratica molto diffusa e sono sempre di più le

Come scrivere un necrologio
Idee e consigli per scrivere un necrologio

Quando si subisce la perdita di una persona amata ci sono diverse incombenze che

Funerale con rito cattolico
Come si svolge un funerale con rito cattolico

Nella sua forma più completa ci sono tre fasi principali in un funerale cattolico: La

Costo di un funerale
Cimiteri storici in Italia, quali visitare

Cimiteri storici da visitare in Italia Che il nostro Paese sia ricco di arte e

Costo di un funerale con cremazione
Disperdere le ceneri di un defunto

Indice: Normative per la dispersione delle ceneri nelle varie regioni Come disperdere le ceneri Come conservare le

Differenza tra tumulazione ed estumulazione
Riti funebri nel mondo

Indice: Riti funebri nelle varie religioni Le usanze funebri italiane Usanze funebri cinesi Riti funebri africani Usanze funebri buddiste   La

costo di un funerale con cremazione
Trend per i funerali 2019

Il mondo dei servizi funebri è in continua evoluzione, seguendo le preferenze e le

esumazione della salma
Cremazione, inumazione o tumulazione; come scegliere il metodo di sepoltura?

Si può immaginare quanto è stressante trovarsi a dover decidere per una persona che ci

quanto costa un funerale
Come organizzare un funerale?

Come si organizza un Funerale? Le dinamiche di come funziona un funerale non sono chiare

Galateo del funerale
Galateo funebre, cos’è?

Il funerale non è solamente un momento di raccoglimento tra i parenti del defunto

chi è la polizia mortuaria
Chi è la polizia mortuaria?

La polizia mortuaria ha il compito di controllare l'osservanza della normativa vigente in materia

medico-necroscopo
Chi è il medico necroscopo?

Il medico necroscopo è il medico dell'Unità sanitaria locale incaricato di certificare il decesso

telegramma di condoglianze
Telegramma di condoglianze

In questo articolo Ha ancora senso oggi inviare il telegramma per esprimere le condoglianze? Come inviare

funerali di stato e funerali solenni
Funerali di Stato e funerali solenni

In questo articolo I funerali di Stato Il cerimoniale dei funerali di Stato I costi del funerale

come comportarsi a un funerale
Come comportarsi a un funerale

Come comportarsi o vestirsi in occasione di un funerale, e quali regole osservare se

decesso in casa: cosa fare?
Cosa fare se il decesso avviene in casa

La morte di un congiunto è sempre un avvenimento doloroso che sconvolge la nostra

la-sucessione
La successione

Passato il giorno del funerale, arriva il momento di affrontare le pratiche burocratiche che

detrazione spese funebri
Detrazione spese funebri

In questo articolo Chi può detrarre l'importo Quali spese si possono detrarre Le spese sostenute per un

veglia funebre
La veglia funebre

La veglia funebre è il momento in cui, prima del funerale, parenti e amici

esumazione della salma
Esumazione della salma

In questo articolo Che cos'è l'esumazione Esumazioni ordinarie Adempimenti per l'esumazione Esumazioni straordinarie I costi dell'esumazione Che cos’è l’esumazione L’esumazione della

il funerale nell'antica roma
Il funerale nell’antica Roma

In questo articolo La veglia funebre romana Il funerale romano e la sepoltura Le cremazioni nell'antica Roma Riti

elaborare il lutto
Elaborare il lutto

Quando si perde una persona a noi cara, il dolore è così forte che

Costo di un funerale con cremazione
Costo di un funerale con cremazione

In questo articolo Quanto costa un funerale con cremazione I costi di cremazione Cremazione gratuita Quanto costa una

il funerale nella grecia antica
Il funerale nella Grecia antica

In questo articolo La veglia La cerimonia funebre e i riti funebri Nell’antica Grecia, quando moriva un

il funerale laico
Il funerale laico

in questo articolo Dove svolgere il funerale laico Come si svolge il funerale laico Il funerale ha

differenza tra esumazione ed estumulazione
Differenza tra esumazione ed estumulazione

In questo articolo Quali sono le differenze tra esumazione ed estumulazione? Esumazione ed estumulazione straordinaria Dopo quanti

Costo di un funerale
Il costo di un funerale

In questo articolo: quanto costa un funerale costo medio di un funerale I funerali economici Costo del funerale